Search here...
TOP
Caccia al tesoro Casentino Italia Toscana

Caccia al tesoro in Casentino. 5 curiosità che devi proprio scoprire

Dopo un weekend in Casentino ho deciso di preparare per voi una caccia al tesoro per scoprire alcuni angoli nascosti e poco noti di questa perla in Toscana.

Il Casentino è una zona della Toscana a metà strada tra Firenze e Arezzo ed è famoso per i suoi castelli, le sue foreste e la tranquillità che si percepisce ovunque. Proprio in Casentino nasce i fiume Arno ed è possibile (oltre che farci il bagno in alcuni periodi dell’anno) vedere tantissime piccole cascate che a me piacciono tanto.

Ma prima di partire avete già scaricato l’applicazione che vi paga se camminate?

Se non sapete di cosa sto parlando cliccando qui lo scoprirete e avrete subito in regalo €1,50!

Adesso siamo pronti per partire!

Qui trovate la mappa per giocare alla caccia al tesoro

Primo indizio

Come primo inizio per questa caccia al tesoro in Casentino voglio portarvi sul set di un film. Pronti? Conoscete il Pieraccioni? E il Ciclone? Per i toscani è il film da vedere almeno una volta nella vita e quindi (anche se non farete questa caccia al tesoro) vi consiglio di vederlo. Il film è stato ambientato interamente in Casentino e molte delle scene principali sono state girate a Stia, ed è lì che dovrete andare. E’ proprio nella piazza principale che si possono ritrovare molte scene del film e vi sembrerà di stare proprio su un set cinematografico! Un altro consiglio che vi posso dare, se volete mangiare i veri tortelli casentinesi, è di PRENOTARE da Filetto (che si trova proprio in piazza Tanucci). Ho scritto “prenotare” in maiuscolo perchè è quasi sempre piano, e non potete assolutamente perdervelo!

Secondo inizio

Rimaniamo a Sia per il prossimo indizio e spostiamoci un po’ più in su ed andiamo alla ricerca di un castello nascosto in mezzo al paese. Sto parlando del Palagio Fiorentino che attualmente è di proprietà del comune. E’ stato realizzato nel 1230 dai Conti Guidi di Palagio ma sfortunatamente è stato distrutto nel 1440. Quello che si può vedere ore è una ricostruzione voluta dal Carlo Beni agli inizi del novecento. Camminare nel suo giardino mi ha fatto sentire una principessa di una fiaba Disney. All’interno del parco si trova anche una struttura molto più moderna chiamata “le terme di Stia” ma altro non è che una sorgente dove arriva l’acqua di Calcedonia, che possiede varie proprietà benefiche per il nostro organismo. Quindi ricaricare le borracce perchè abbiamo altre indizi da trovare.

Terzo indizio

Per il terzo indizio della caccia al tesoro in Casentino torniamo un attimo indietro nel tempo. Più precisamente all’11 giugno 1289 quando si combatté la Battaglia di Campaldino tra i Guelfi (fiorentini) e i Ghibellini (aretini). La battaglia venne vinta dai Guelfi e tra di loro c’era pure Dante Alighieri, il quale poi ne parlò nella Divina Commedia. Per ricordare questa battaglia è stato eretto un monumento chiamato Colonna di Dante, ed è proprio lui che dovete trovare. Il monumento, non Dante, mi raccomando!

Quarto indizio

Dato che avete trovato il monumento adesso dovete trovare Dante. Come? Proseguendo la strada verso Poppi. Poppi è stato eletto come uno tra i più bei borghi d’Italia ed hanno avuto pienamente ragione. Sembra che il tempo si sia fermato. In questo borgo si trova un altro bellissimo castello, il castello dei Conti Guidi, meglio conosciuto come castello di Poppi. Questo castello è stato costruito nel Medioevo ed è perfettamente mantenuto e visitabile.

All’interno è possibile visitare una riproduzione di come si svolse la battaglia di Campaldino di cui parlavamo prima ed è stato molto interessante perchè ci si può rendere bene conto di quante persone ci sono state e di come erano divise. Il castello di Poppi è il Simbolo del Casentino e non potevo non farvici venire, pensate che è visibile da quasi tutta la vallata toscana orientata verso Arezzo. Ricorda un po’ Palazzo Vecchio a Firenze e si dice infatti che Arnolfo di Cambio lo avesse utilizzato come prototipo per l’attuale sede del comune a Firenze.

Ma non dovevate trovare il castello, dovevate trovare Dante. Siete riusciti a vederlo? beh sarebbe stato difficile da nascondere. Il gigantesco busto di Dante Alighieri è stato messo lì per ricordare il profondo legame che lo lega al casentino e in particolare al castello di Poppi. Nel 1310, quando venne esiliato da Firenze, venne ospitato dal conte Guido di Simone da Battifolle.

Quinto indizio

Ormai lo avete capito, Dante ama la sua terra e ama il Casentino, e proprio nel XI canto del Paradiso parla del quinto inizio che dovrete trovare. Quindi riprendete la macchina, o la moto, e andiamo alla ricerca del Crudo Sasso tra Tevere ed Arno che si trova a la Verna. La Verna, con la sua altezza di 1283m, è un luogo fresco, calmo e pieno di spiritualità. Nell’estate del 1224 San Francesco si ritirò sul monte della Verna per uno dei suoi periodici periodi di preghiera e silenzio. Durante questo periodo di ritiro San Francesco, entrando in contatto con Dio, ricevette le stigmate. Questo è un luogo molto potente e non poteva mancare come tappa finale di questa caccia al tesoro.

Siete curiosi di scoprire qual è il premio per voi che avete terminato questa caccia al tesoro in Casentino?

Ogni caccia al tesoro merita un premio!! Sono felice di comunicarvi che solo per i partecipanti di questa caccia al tesoro c’è un bellissimo soggiorno scontato nelle valli del Casentino. Sto parlando dell’Agriturismo Podere Fiume a Pratovecchio, a due passi dal castello e dalla pieve di Romena. Per ricevere lo sconto vi basterà scegliere le date, mandare una mail a info@poderefiume.it e scrivere che state partecipando alla mia caccia al tesoro inserendo il codice BEA_AROUND15 per ricevere lo sconto del 15% su tutto il soggiorno. Agriturismo Podere Fiume è un agriturismo che conosco bene e voglio suggerirvi un appartamento in particolare, il mio preferito, la Camera Del Moro con una vista mozzafiato e un ingresso privato!

Vi è piaciuta questa Caccia al tesoro in Casentino?

Buon divertimento e ricordatevi: se scattate delle foto durante questa caccia al tesoro taggatemi su instagram e usate l’hashtag #cacciaaltesorodibeaaround

E non dimenticatevi di trovare tutti gli indizi delle altre cacce al tesoro!!

 

Bea around

«

»

1 COMMENT

  • Adrienne Propst

    great and also incredible blog. I really want to thank you,
    for providing us far better information.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.