Search here...
TOP
Caccia al tesoro Consigli Croazia Zagabria

Caccia al tesoro a Zagabria, tra città vecchia e nuova

Benvenuti alla nuova caccia al tesoro a Zagabria. La capitale della Croazia mi ha molto affascinato, così diversa da tutte le altre che ho visto. Divisa in due, tra la parte nuova e quella vecchia, si può notare ancora bene il disagio che la guerra ha portato. Piena di locali, palazzi particolari e curiosità si presta molto bene a creare una della mie cacce al tesoro. Ed è per questo che ho deciso di realizzarne una solo per voi!

Se posso darvi un consiglio, prima di iniziare a giocare, salite sulla Lotrščak Tower, perchè al prezzo di €2,50 potrete ammirare tutta la città dall’alto!

Tempo di percorrenza: 15 min a piedi

Aspettate, prima di partire avete già scaricato l’app Weward?

Se non sapete di cosa sto parlando ve lo svelo subito. WeWard è un applicazione per il telefono che vi permette di guadagnare camminando. Si collega al contapassi del vostro telefono e voi non dovrete fare nient’altro (se non camminare e convalidare i passi a fine giornata). Ogni 1’500/3’000/6’500/10’000/15’000/20’000 passi vi verranno assegnati dei punti e arrivati a 3’000 punti potrete richiedere un bonifico di 15€ sul vostro conto corrente. Non male vero?

Se l’idea vi piace e volete scaricare l’app vi regalo subito 300 punti ( che equivalgono a 1,50€) con il mio codice:

BEAT-0Xxym (attenti alle maiuscole e alle minuscole)

Per inserire il codice dovrete, una volta aperta l’applicazione, cliccare sulla rotella in alto a destra e cliccare su inserisci un codice di riferimento.

Adesso siamo pronti per partire!

Come sempre qui vi lascio la mappa per poter giocare a questa caccia al tesoro a Zagabria.

Primo indizio

Voglio iniziare questa caccia al tesoro a Zagabria nel punto più importante della città. Dalla chiesa di San Marco.

Questa chiesa si trova nell’omonima piazza sulla quale affacciano anche il palazzo del parlamento, quello del governo e della corte costituzionale. Potremmo quindi dire che questo sia il vero centro della città, nonostante non sia quello geografico. infatti la chiesa di San Marco si trova della città vecchia, e quindi nel nord della città.

Costruita nel XIII secolo in stile romanico presenta un dettaglio molto particolare, e appena lo vedrete lo noterete subito. Il suo tetto infatti è unico e, con le sue tegole colorate, attira subito l’attenzione.

Sulla copertura possiamo infatti vedere gli stemmi della Croazia e di Zagabria. Il tetto è stato realizzato tra il 1876 e il 1882 dall’architetto Hermann Bollé.

Purtroppo non è sempre possibile accedervi dato che è collocata in una pizza molto sorvegliata, ma ogni giorno, da aprile ad ottobre, a mezzogiorno, è possibile vedere la cerimonia del cambio della guardia.

Secondo in indizio

Continuiamo la nostra caccia al tesoro a Zagabria e dirigiamoci verso il secondo indizio. A pochi metri di distanza da piazza San Marco si trova un’altra chiesa unica nel suo genere. Questa volta la particolarità non si trova nel tetto ma… in una strada che ci passa dentro.

Esatto, avete capito bene! Sto parlando dello Stone Gate. Si tratta di una antica porta in pietra, l’unica rimasta intatta e rappresenta una delle ultime testimonianze storiche della vecchia monarchia Ungherese. Negli anni lo Stone Gate è passato da essere una semplice porta tra quartieri a diventare un vero luogo di culto. Al suo interno infatti è stata apposta una statua di una Madonna con Bambino che è possibile ammirare ancora oggi.

Questo posto sembra quasi un luogo nascosto, dove poter pregare e accendere un cero e, nonostante sia un luogo di passaggio, si può respirare un’atmosfera raccolta e intima.

Lo Stone Gate è avvolto anche da una leggenda, che viene tramandata di generazione in generazione. La leggenda narra che un incendio distrusse tutto ciò che era realizzato in legno nella città alta, tutto eccetto il quadro della Vergine Maria. Ed è per questo che ogni giorno potrete ammirare fedeli e turisti in questo luogo sacro, sopravvissuto alle fiamme dell’inferno.

Terzo indizio

Quando ci si diverte sembra quasi che il tempo voli, quindi per il terzo indizio di questa caccia al tesoro a Zagabria non voglio farvi “perdere tempo” anzi.

Voglio che lo osserviate proprio bene!

Quello che dovrete trovare è infatti una meridiana.

La meridiana, detta anche quadrante solare o orologio solare, è uno strumento di misurazione del tempo basato sullo spostamento del sole durante la giornata.

Usata fin dall’antichità possiamo trovarne una anche nella capitare croata.

Posizionata in una delle vie piene di negozi e bar potrete trovare questa splendida meridiana che non segna solo l’ora, ma anche i segni zodiacali.

Ora che l’avete trovata fermatevi a mangiare un buon piatto di ćevapčići. 

Quarto indizio

Forse non tutti sanno che anche a Zagabria c’è un piccola walk of fame.

In realtà si tratta solo di due impronte, ma sono comunque di un noto artista croato: Tomislav Gotovac, un regista, performer, attore e artista.

Ha fotografato la fine dedgli anni ’50 in Croazia ed è impegnato nel cinema sperimentale dall’inizio degli anni Sessanta.

Tra le tante cosa per cui viene ricordato c’è sicuramente la manifestazione fatta proprio qui, dove ora sorgono queste impronte.

Si stese completamente nudo sull’asfalto baciandolo, per il movimento Zagabria ti amo!

Quinto indizio

Siamo giunti all’ultimo indizio di questa caccia al tesoro a Zagabria e quello che dovrete trovare è un monumento ad un personaggio molto particolare… camminava a quattro zampe e si chiamava Pluto. Si, sto parlando proprio di un cane. Questo cane non era famoso, non lo avrete sicuramente visto in tv e non ne parlano i libri di storia. La targa si trova sul palazzo che ospitava la prima Cassa di Risparmio Croata, ora conosciuto come l’ottagono (per la sua forma).

Durante la costruzione gli operai ricevettero una visita inaspettata, quella di un cane molto magro, affamato e spaventato. Gli operai gli diedero un po’ del loro pranzo per nutrirlo e abbeverarlo. Ovviamente il randagio faceva visita al cantiere ogni giorno, per mangiare, bere e alleviare il lavoro degli operai, scacciando i ladri e i vagabondi. Per renderlo un po’ meno randagio decisero di dargli un nome e lo chiamarono Pluto. La cosa triste è che, poco prima della fine dei lavori, forse in uno scontro con un ladro, Pluto venne ucciso. Gli operai rimasero malissimo della scoperta e decisero di rendergli omaggio con una targa commemorativa. Inizialmente questa targa venne messa all’interno del palazzo, ma dato che non è possibile accederci il sindaco ha deciso di spostarla sul muro esterno, così che tutti possano sapere che alla realizzazione dell’edificio ha partecipato anche un fedelissimo amico, Pluto.

La caccia al tesoro a Zagabria finisce qui. Spero di avervi fatto scoprire molte curiosità e di aver reso ancora più affascinante una città già magnifica di suo!

PREMIO DI QUESTA CACCIA AL TESORO:

Solo per coloro che hanno giocato a questa caccia al tesoro c’è un bellissimo premio. Di cosa si tratta?

Di uno sconto di 15€ (con il codice BEAAROUND) da poter spendere su www.albumdifigurine.it

Albumdifigurine.it è un sito dove poter creare il proprio album di figurine personalizzato per tornare un po’ bambini!

Io ho realizzato il mio con tutti gli scatti dei viaggi fatti nel 2021 e vi posso garantire che non vedo l’ora di avere la scusa per poterne realizzare un altro.

Buon divertimento e ricordatevi: se scattate delle foto durante questa caccia al tesoro taggatemi su instagram e usate l’hashtag #cacciaaltesorodibeaaround

Qui trovate il link della cartina per giocare con me!

E non dimenticatevi di trovare tutti gli indizi delle altre cacce al tesoro!!



Bea around

«

»

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.