Search here...
TOP
Caccia al tesoro Italia Lombardia Milano

La quarta caccia al tesoro a Milano in 5 indizi

Eccoci giunti alla quarta ed ultima (per ora) caccia al tesoro a Milano. Mi avete detto che le prime tre vi sono piaciute molto e spero che anche questa possa incuriosirvi e farvi divertire.

Senza troppi indugi direi di partire subito a giocare.

Qui potete trovare la mappa per cercare tutti gli indizi!

Tempo di percorrenza: 1h a piedi

Primo indizio

Caccia al tesoro a milano

Ormai lo sapete che sono una grande amante dei murales e quindi anche in questa caccia al tesoro a Milano ne dovrete cercare alcuni!! Il primo che secondo me vale veramente la pena è il murale CuciMilano che è stato realizzato da un mio concittadino fiorentino conosciuto con il nome di Zed1.

Conosciuto in tutto il mondo grazie alle sue opere realizzate in Europa, Stati Uniti, Giapone e America Latina, nel 2017 ha realizzato il murale CuciMilano. Cosa rappresenta? Si tratta di una donna cinese, facendo riferimento al consolato li vicino, che cuce i simboli di milano. Sui rocchetti si possono vedere gli ingredienti del cocktail ‘sbagliato’ inventato proprio nel capoluogo lombardo, e guardando l’opera nel suo insieme rispecchia la multiculturalità della città. Quindi prima di proseguire la caccia al tesoro a Milano fermatevi a salutare quella signora che da quasi 5 anni non ha mai preso un giorno di ferie!

Secondo indizio

Caccia al tesoro a milano

Continuiamo a parlare di murales in questa quarta caccia al tesoro a Milano e andiamo alla scoperta di un altro capolavoro situato nel giardino delle culture. In questo luogo è possibile vedere concerti, manifestazioni ludiche, spettacoli o semplicemente far giocare i bambini. Il murale che non passa certo inosservato è stato realizzato da Millo e si chiama Lost and Found. Rappresenta una città molto caotica vista dall’alto, dove palazzi completamente bianchi e neri nascono intorno a strade trafficate (o forse è il contrario) e due bambini giganti ci camminano in mezzo. l’unico tocco di colore è dato da due cuori color rosso scarlatto che contrastano i palazzi bianchi. Merita sicuramente un po’ del vostro tempo, a me ha ricordato molto il gioco Where is Wally che facevo da piccola con mio fratello.

Terzo indizio

Per il terzo indizio di questa caccia al tesoro a Milano andiamo a… Burano. Si avete capito bene, vi porterò in un angolo della città pieno di casette colorate e vi sembrerà quasi di essere su una delle isolette della laguna di Venezia! Dove si trova questo posto magico? In via Lincoln, nel villaggio operaio, questo angolo pittoresco viene anche chiamato “il quartiere arcobaleno” per via dei suoi mille colori. Camminando per questa via vi scorderete quasi di essere nella seconda città più grande d’Italia, qui infatti regna un silenzio rilassante. Queste villette risalgono al 1800 e furono realizzate per gli operi che lavoravano dei dintorni. Le azienda costruttrici vollero realizzare questa abitazioni semplici a prezzi accessibili. Oggi, come potete immaginare, la situazione è molto cambiata, infatti i prezzi per queste villette sono schizzati alle stelle.

Quarto indizio

Caccia al tesoro a milano

Continuiamo a parlare di case particolari, anche se quella che dovrete trovare adesso non è molto colorata come quelle di via Lincoln. Si dice che ogni persona abbia almeno 7 sosia, beh questa casa non fa eccezione infatti non so se lo sapete ma ha ben 12 cloni in tutto il mondo. Sto parlando della Casa Clone 770 in via Carlo Poerio 35. Questo edificio è in pieno stile olandese ed è l’unica in UE perchè le altre potete trovarle a New York, nel New Jersey, a Cleveland e a Los Angeles. Ma anche a San Paolo, Buenos Aires, Melbourne, Santiago del Cile e in Ucraina. Per non dimenticare quelle di Montrèal, a Ramat Shlomo a Kfar Chabad, a Kfar Tapuach, a Kiryat Ata e vicino Tel Aviv e Haifa.

Questa abitazione è un importante luogo di aggregazione per la comunità ebraica dove si possono assaggiare piatti tipici e partecipare ad esposizioni artistiche.

Quinto indizio

Come ultimo indizio di questa quarta caccia al tesoro a Milano andiamo a suonare ad un citofono molto particolare. Ma non dovete scappare mi raccomando. Se vi dicessi che a Milano esiste un citofono senza nomi, cognomi e soprattutto senza pulsantiera mi credereste? E se rincarassi la dose dicendovi che è a forma di orecchio? Mi credereste ancora? E invece è tutto vero!!

Si tratta del primo citofono realizzato in Italia e ha la forma di un gigantesco orecchio, grande 70 centimetri. Realizzato in bronzo riproduce in tutto e per tutto un orecchio umano ed è il citofono di “Cà dell’oreggia“, soprannome in dialetto meneghino di Palazzo Sola Busca. Si trova in Via Serbelloni 10 ed è un’opera degli anni Trenta realizzata da Adolfo Wildt. Ma come funzionava? All’interno dell’orecchio c’è un lungo tubo che arriva fino alla portineria del palazzo dove il portinaio sentiva il nome dell’ospite e lo annunciava alle famiglie che lo abitavano. La leggenda vuole che se gli sussurri un desiderio un giorno questo verrà realizzato. Molti cittadini e turisti ci provano, chissà se funziona. Quindi se volete giocare ad altre mie cacce al tesoro sussurrate nell’orecchio la città e chissà che magari non veniate ascoltati!

Con questo indizio si conclude la quarta caccia al tesoro a Milano.

Buon divertimento e ricordatevi: se scattate delle foto durante questa caccia al tesoro taggatemi su instagram e usate l’hashtag #cacciaaltesorodibeaaround

E non dimenticatevi di trovare tutti gli indizi delle altre cacce al tesoro!!

Bea around

«

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *