Search here...
TOP
Caccia al tesoro Paesi Bassi Rotterdam Viaggi

Caccia al tesoro a Rotterdam, la città gialla

Molti quando pensano ai Paesi Bassi hanno in mente solo Amsterdam, ma secondo me la città più bella di tutti è Rotterdam.

E’ meno caotica, meno affollata, meno rumorosa. Noi abbiamo deciso di passare due giorni ad Rotterdam perchè ci avevano spostato il volo di rientro e l’hotel che ci ospitava ad Amsterdam non aveva camere disponibili. Una delle più gradi fortune che ci potessero capitare, perchè abbiamo avuto così la possibilità di scoprire un diamante raro come Rotterdam senza che fosse nei nostri piani. Raggiungere Rotterdam è veramente facile dato che dista 40 minuti di treno e in caso vi consiglio di visitarla appena arrivati o prima di ripartire dato che ha anche dei treni diretti per l’aeroporto.

Se dovessimo descrivere Amsterdam con un colore useremmo sicuramente il rosso. Per i tulipani, il suo quartiere a luci rosse e la sua bandiera. Per quanto riguarda Rotterdam invece il colore da abbinare è decisamente il giallo,

e per questo se decidete di visitarla vi consiglio di mettere in valigia un capo di questo colore!!

Ma adesso pensiamo a trovare tutti gli indizi di questa caccia al tesoro a Rotterdam, siete pronti?

Tempo di percorrenza: 47 min a piedi

Qui trovate la mappa per poter giocare alla caccia al tesoro a Rotterdam

Primo indizio

Per il primo indizio potete scegliere voi dove andare. Inghilterra, Marocco, Australia, Giappone, Messico.

Dite che devo essere un po’ più precisa? Eppure il primo indizio della caccia al tesoro a Rotterdam è un posto in cui sono presenti le bandiere di tutti gli stati del mondo. Esatto, avete capito bene, a Rotterdam esiste una strada dove le bandiere di ogni paese sono messe in fila, come se stessero sfilando ad una parata. si trova vicino al fiume, dove soffia sempre il vento, ed è bellissimo vederle svolazzare! Divertitevi a riconoscerle tutte e fotografate quelle degli stati che avete già visitato.

Secondo indizio

Se vi dico Rotterdam qual’è la prima attrazione che vi viene in mente? Beh sicuramente le Case cubiche di Piet Blom degli anni settanta! ed infatti sono proprio il secondo indizio di questa caccia al tesoro a Rotterdam! Io ho un debole per l’architettura ma non pensavo di potermi innamorare di un edificio, ed invece, contro ogni aspettativa quando le ho viste per la prima volta sono rimasta incantata. E’ possibile visitarne una grazie al museo oppure, perchè no, dormirci dentro grazie all’ostello Stayokay. Io purtroppo non sapevo della possibilità di dormirci quindi ho potuto visitare solo il museo che comunque mi ha fatto capire quando la bellezza non sia sinonimo di funzionalità. Infatti gli spazi interni, per quanto ben organizzati, non sono ampi o pratici e qualora voleste acquistarne una… beh i mobili vanno fatti fare su misura quindi scordatevi Ikea.

Terzo indizio

Vi è venuta fame nel cercare i primi due indizi della caccia al tesoro a Rotterdam? beh siete fortunati allora perchè il terzo indizio da trovare è pieno di cibo! Sto parlando del mercato centrale. La sua architettura esterna è molto bizzarra, ma non fermatevi ad ammirarla da fuori, la vera magia si ha dall’interno. Il soffitto infatti è dipinto con i vari prodotti che vengono venduti al mercato e pensate che quei piccoli buchi che vedete sono finestre, infatti sia sul tetto che sui lati del mercato ci sono appartamenti!

All’interno di questo mercato è possibile anche mangiare, e ce n’è per tutti i gusti. L’unico aspetto negativo sono gli orari, infatti il mercato chiude alle ore 20 (tranne il venerdì che fa orario “prolungato” fino alle 21) e per noi italiani questi orari sono da aperitivo. Quindi se volete magiare al mercato vi consiglio più un pranzo che una cena. oppure perchè no, una merenda, fanno dei waffle dolci e salati buonissimi.

Quarto indizio

Rotterdam è sicuramente una città creata a misura d’uomo

ma è anche una città che fa divertire l’uomo. Per questo per il quarto indizio della caccia al tesoro a Rotterdam dovrete divertirvi!! Sparse per la città infatti ci sono tantissime installazioni e opere d’arte a cielo aperto. Create con vecchie riviste, pneumatici di tir o semplici lattine. Se non volete perdervene nemmeno una dovete assolutamente scaricarvi l’app di Rewriters (l’app è a pagamento, circa un euro, altrimenti potete girarvela e scoprirli da soli) Molte di queste esposizioni sono interattive e ti permettono di “entrare” dentro i murales come quelli che vedete in foto. ( nella mappa all’inizio dell’articolo trovate i punti esatti dove poter vedere questi due murales)

Quinto Indizio

Ma torniamo al colore giallo perchè il quinto indizio di questa caccia al tesoro a Rotterdam è di colore giallo! E’ un’opera architettonica pazzesca, il Luchtsingel. Questo ponte lungo 400 metri è nato da un progetto di riqualificazione urbana, per collegare tre distretti urbani al centro di Rotterdam, per permettere alle famiglie e ai turisti di visitare Rotterdam senza dover attraversare le strade, rendendo così più sicura la visita a piedi della città. Una cosa che mi ha colpito molto è che è stato completamente realizzato e finanziato dagli stessi cittadini di Rotterdam. Grazie a delle donazioni di €25 il progetto ha preso vita, e se siete curiosi di sapere chi l’ha sponsorizzato… beh potrete trovare i nomi dei donatori sulle stecche che compongono il ponte, un’idea geniale per collegare la città e renderla ancora più unita.

Ovunque ti giri a Rotterdam vedi arte, colori e allegria, e quale modo migliore per salutare questa splendida città se non andando via grazie alla sua nuovissima stazione ferroviaria. Serve un grandangolo per fotografarla da quanto è enorme!

E con questo indizio si conclude la nostra caccia al tesoro a Rotterdam. Spero di avervi fatto scoprire delle curiosità divertenti.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento e ricordatevi: se scattate delle foto durante questa caccia al tesoro taggatemi su instagram e usate l’hashtag #cacciaaltesorodibeaaround

E non dimenticatevi di trovare tutti gli indizi delle altre cacce al tesoro!!

Bea around

«

»

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *