Search here...
TOP
Blog Tour Consigli Emilia Romagna Italia Viaggi

Milano Marittima e i suoi tesori nascosti.

Milano Marittima è stata proprio una bella scoperta. Perché ho sempre creduto che qui si potesse solo fare serata e invece, grazie alla Proloco di Milano Marittima e a Giorgia, ho potuto partecipare ad un blog tour per scoprire le mille sfaccettature della città e provare alcune delle attività che si possono fare sul territorio.

In questo articolo cercherò di trasmettervi tutto il lato accogliente, divertente e adrenalinico che ho avuto modo di scoprire durante questo tour. Sono stati tre giorni ricchi di esperienze, storia e buon cibo che mi hanno fatto capire quanto mi sbagliassi su questo posto. Perché a Milano Marittima, oltre al mare, c’è molto di più.

Dove soggiornare a Milano Marittima

Hotel brasil Milano Marittima

La mia esperienza è iniziata dall’Hotel Brasil che mi ha ospitato e mi ha mostrato subito tutta l’accoglienza tipica della Romagna. Se dovessi elencare le 3 cose che mi sono piaciute di più della struttura, sarebbero sicuramente:

1. Lo stile.

Elegante, ricercato, ma non esagerato o pacchiano. Alloggiavo nella camera 414 composta da un’ampia camera da letto, un bagno con doccia e vasca idromassaggio e un salottino con accesso alla terrazza vista mare.

2. La spa.

Realizzata da poco più di un anno la spa prevede un percorso benessere composto da sauna, bagno turco, vasca idromassaggio e area relax. Nella struttura è presente anche l’estetista Emanuela che dal lunedì al sabato, con orario 9-12/14-19, prende appuntamenti per massaggi, depilazioni e manicure. Oltre al percorso benessere in hotel è presente anche una piscina esterna con lettini e palestra ad uso esclusivo (previa prenotazione) con tutto il necessario per allenarsi in completa autonomia.

3. La cucina.

Dalla colazione alla cena è possibile mangiare in hotel. La colazione, molto ricca, è al buffet e presenta varianti anche per celiaci, vegani e intolleranti al lattosio. I croissant sono freschi e le farciture abbondanti. I piatti del pranzo e della cena sono invece realizzati dallo chef Donato Carbone che, unendo la tradizione alla sua esperienza, realizza un menù sempre diverso con ingredienti freschi e genuini provenienti al loro orto biologico a Km 0. E’ possibile sia ordinare i piatti dal menù che servirsi al buffet e la scelta è molto ampia.

Un giro in barca.

barca storia con vele al terzo

Se vi viene voglia di allontanarvi dalla riva ma avete già noleggiato il pedalò al Spiaggia Bellettini vi consiglio di contattare l’ufficio turistico di Cervia (+39 0544974400) per prenotare un’uscita in barca storica, perché solo a Milano Marittima è possibile salire su alcune barche storiche con vele al terzo (una vela tipica di queste parti).

Mi era già capitato di fare un giro in barca a vela, ma farlo su una barca storica ha tutto un altro fascino. E’ stato bello scoprire che ogni vela ha una fantasia diversa per rappresentare la famiglia proprietaria e, in viale Nazario Sauro, è possibile vedere le “targhe” raffiguranti le vele, davanti agli ingressi delle case.

Il tour dura circa 3 ore e a bordo ci sarà bisogno anche del vostro aiuto per manovrare le vele. La vista che si ha una volta raggiunto il largo è spettacolare, ci sarete solo voi, il mare e il vento. E’ possibile effettuare questo tour da metà giugno a metà settembre (condizioni meteo permettendo ovviamente) ed il costo è di 36€ a persona.

Circolo dei pescatori “La Pantofla”

ristorante la pantofla

Se l’idea di vivere il mare per un giorno vi piace dovete fermarvi assolutamente al ristorante “Circolo dei pescatori La Pantofla” dove potrete trovare ottimi piatti di pesce in un contesto tipico di pescatori. All’interno, otre ad un muro pieno di targhe raffiguranti tutte le “vele al terzo” presenti in città, cercate l’osso di mandibola di balena! Pensate che è rimasto nella rete di un motopeschereccio al largo della costa ravennate, è gigantesco!

Salinaro per un giorno a Milano Marittima

raccolta del sale alla salina Camillone Milano Marittima

Un’altra esperienza unica da poter è sicuramente il Salinaro per un giorno. L’attività è ad offerta libera e si svolge ogni martedì da metà giugno a fine agosto.

Ma facciamo un passo indietro. Perché a Cervia ci sono le Saline e sul resto della costa no? Perché oltre all’acqua salata e al sole che fa evaporare l’acqua e Cervia hanno un fondale fangoso che permette al sale di rimanere in superficie per essere raccolto e, piccolo spoiler, alle terme di creare dei percorsi benessere.

La salina Camillone fa parte del Museo del Sale ed è l’unica rimasta con raccolta multipla o alla Cervese, significa cioè che la raccolta del sale viene fatta a mano una volta alla settimana, mentre tutte le altre raccolgono il sale solo una volta l’anno grazie a dei macchinari. Questa Salina storica vi farà provare con mano la forza, la precisione e la passione che servono per raccogliere “l’oro bianco”.

L’attività può essere svolta a partire dai 15 anni e ovviamente l’abbigliamento deve essere comodo! Potete prenotare l’esperienza sia per telefono ( +39 338 9507741) sia all’ufficio del turismo di Cervia. A conclusione dell’esperienza verrà rilasciato un diploma di partecipazione per ricordare per sempre questa esperienza.

Se non volete raccogliere il sale ma volete comunque visitare la Salina Camillone potete prenotare un tour il giovedì o la domenica alle 17.00 e un salinaro vi svelerà tutta la storia e i suoi segreti.

Le terme

terme di Cervia scrub sale Milano Marittima

Continuiamo a parlare di sale, perché oltre che per i piatti è ottimo anche per il benessere. Proprio per questo a Cervia troviamo una delle terme più famose d’Italia, che da 60 anni sperimenta l’azione benefica della natura.

Grazie al sale, “l’oro bianco”, e al suo processo di cristallizzazione, sono riusciti a creare “l’Acqua Madre” che troviamo presente in varie concentrazioni nelle tre piscine delle terme. “L’Acqua Madre” ha una concentrazione salina fino a 10 volte superiore a quella del mare, un po’ come il mar morto per intenderci, ma nella pineta di Milano Marittima. Ha delle proprietà antinfiammatorie e analgesiche riconosciute anche dal Ministero della Salute.

Oltre “all’oro bianco” nelle terme di Cervia potrete scoprire anche “l’oro nero” conosciuto meglio come Fango Lima. Utilizzato dai salinari che, con il loro lavoro faticoso, trovavano sollievo dai dolori articolari e reumatici spalmandosi questo fango sul corpo. Ovviamente non è lo stesso fango che si può trovare nelle saline (anche se lo vedrete alla Salina Camillone) perché quello che troverete alle terme, dopo la raccolta tra ottobre e novembre, viene lasciato sedimentare per almeno un anno in acqua ipertermale e solo dopo questo processo può essere utilizzato per i trattamenti.

Ogni anno più di 30.000 persone accedono alle terme sia per motivi curativi, che per rilassarsi in mezzo alla pineta.

Perché oltre alla fango terapia e alle vasche con l’Acqua Madre ci sono anche percorsi vascolari caldo/freddo per migliorare la circolazione venosa, una terrazza del sale, dove è possibile sperimentare l’azione del sale come scrub sulla pelle in modo da tonificare e drenare i tessuti sottocutanei.

Non può ovviamente mancare la palestra interna sia per fare fisioterapia che per allenarsi e le cabine per i vari tipi di massaggi disponibili. E’ passata ormai più di una settimana dalla mia visita alle Terme di Cervia, ma la mia pelle continua ad essere compatta e morbida al tatto, non mi era mai capitata una sensazione del genere, incredibili i mille utilizzi e benefici che può dare il sale.

Ristorante Loco Squad a Milano Marittima

Dopo il percorso termale è molto probabile che vi sia venuta fame e se volete coccolare il vostro palato come avete fatto con il corpo credo che la soluzione migliore sia fermarsi al Loco Squad, un locale storico in pieno centro, con un menù sia di carne che di pesce con piatti anche per vegani. La location, sia interna che esterna, è stupenda e i piatti veramente gustosi.

Parco Avventura

Cerviaavventra Milano marittima

Qualche anno fa ho stilato una lista delle 100 cose che vorrei fare nella vita e tra queste c’era anche “provare un parco avventura“. Durante questo tour di Milano Marittima ho avuto la possibilità di esaudire questo mio desiderio. Dopo briefing iniziale sono riuscita a “volare” tra i pini della millenaria pineta di Cervia ed è stato incredibile.

Cerviaavventura si trova all’interno del Parco Naturale, a due passi dalle terme, ed ha percorsi per tutte le età (minimo 4 anni). Ci si arrampica sugli alberi, si attraversano ponti sospesi e si vola attaccati ad una fune. Nonostante sembri pericoloso mi sono sempre sentita in sicurezza grazie al mollettone. Non bisogna essere particolarmente allenati, bisogna solo mettercela tutta.

Non sempre sono riuscita a terminare il percorso, ma i ragazzi del parco avventura mi hanno salvata anche mentre ero appesa come un salame. E’ stato veramente adrenalinico e divertente, e secondo me questa è proprio una di quelle cose da fare almeno una volta nella vita!

Non poteva mancare la piadina.

Secondo voi lasciavo la riviera romagnola senza provare la piadina? Mica sono matta!! Ovviamente sono andata dalla Piadina del Mare, un’istituzione a Milano Marittima, pensate che esistono addirittura 3 chioschi! La loro storia inizia nel 1960, quattro generazioni fa, e parla di piadinare. Oggi la piadina è riconosciuta dell’Unione Europea con il marchio I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta) e i chioschi della Piadina del Mare sono stati i primi ad ottenere questo riconoscimento.

Impossibile non trovare quella perfetta viste le oltre 50 farciture differenti. E’ possibile modificare quelle già presenti sul menù o crearne una completamente da zero. La piadina originale è fatta con lo strutto ma qui potete trovare le varianti all’olio Extra-Vergine, per i vegani, o senza glutine, per i celiaci.

Cucinata al momento, dopo una lievitazione di almeno 24 ore, è ottima per pranzare passeggiando o seduti in riva al mare. Se però non avete voglia di uscire sappiate che c’è anche la consegna a domicilio. Come dite? State in un altra regione? Nessun problema! Piadina del Mare ha trovato la soluzione anche per voi. Sul loro sito potete acquistarle sottovuoto per farcirle e gustarle a casa vostra. Lo so, non è la stessa cosa ma è sicuramente meglio di niente no?

Altrimenti la soluzione migliore è farvi una bella vacanza a Milano Marittima per provare tutte le attività che la riviera romagnola ha da offrirvi.

Spero di avervi trasmesso tutte le good vibes che mi ha regalato questo posto ma rimanete connessi perché nei prossimi giorni uscirà anche la Caccia al tesoro a Milano Marittima, un itinerario gratuito da fare a piedi o in bicicletta, per scoprire 5 curiosità e leggende in giro per la città.

Bea around

«

»

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.